Torino, In manette due cittadini rumeni violenti

Giovedì scorso personale della Squadra Volanti del Comm.to Barriera Milano e del locale UPG ha tratto in arresto, in diversi contesti, 2 cittadini rumeni responsabili di maltrattamenti in famiglia.

Il primo caso è avvenuto attorno all’ora di pranzo nel quartiere Mirafiori. Una cittadina rumena ha contattato gli agenti per segnalare l’aggressione del marito, in stato di ubriachezza. Sul posto, è stato appurato che la donna si era rifiutata di avere un rapporto sessuale con il marito il quale aveva dato in escandescenze, picchiandola e minacciandola di morte. Costretta a rifugiarsi presso una vicina per sfuggire alle percosse, la vittima è riuscita a contattare la polizia. Visitata in ospedale, è stata dimessa con una prognosi di 20 gg per le varie contusioni riportate. Il compagno violento è stato, invece, tratto in arresto per lesioni e maltrattamenti in famiglia.

A poche ore dall’intervento, gli agenti del Comm.to Barriera Milano sono corsi in soccorso di un’altra donna, sempre rumena, sempre vittima di violenza. Si tratta di un caso di violazione di domicilio da parte dell’ex marito, allontanato nei mesi scorsi dalla casa familiare perché sempre ubriaco e molesto nei confronti suoi e dei bambini. Con uno stratagemma, l’uomo è riuscito a farsi aprire la porta dell’appartamento da uno dei bambini. Una volta entrato, ha iniziato a minacciare l’ex moglie. Spaventata, soprattutto per i piccoli, la donna è scesa in strada, chiedendo aiuto a dei vicini che contattavano le forze dell’ordine.

L’uomo, già arrestato nello scorso mese di marzo per fatti analoghi, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e violazione di domicilio.

Fonte: Questura di Torino 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*